24h a Mumbai PDF Stampa E-mail
Gli Stati, le citta' e le mete - Le grandi metropoli
Lunedì 14 Novembre 2011 08:43

Con tutto quello che succede e c'è da vedere a Mumbai, se avete poco tempo per visitarla conviene stabilire in anticipo un percorso da seguire.

Cricket all'Oval MaidanMumbai è grande: piena di pescatori e di crorepatis, milionari, di attori e di malavitosi, di cani randagi e di uccelli esotici, di uomini d'affari e di stilisti, di mendicanti e di turisti, in un mix talmente speciale e cosmopolita da aver prodotto persino una sorta di lingua locale, Bambaiyya Hindi. Spesso la si raggiunge in treno e in quel caso la visita ideale della città può cominciare proprio da quella che è probabilmente una delle più belle stazioni ferroviarie del mondo ed il più grande edificio pubblico di Mumbai. La CTS, ancora e sempre nota anche come Victoria Terminus, è infatti uno dei principali simboli della città e una gemma dell'architettura coloniale. Altri gioielli architettonici da non perdere sono la moschea Haji Ali, la cattedrale di St.Thomas e la sinagoga Keneseth Eliyahoo, sempre per farsi anche un'idea della variegata popolazione che rese Bombay la capitale economica indiana sin dai tempi del Raj britannico.

Se arrivate molto presto la mattina, non più tardi delle 5, potete recarvi direttamente al Sassoon Dock a Colaba; é il molo dove le donne smistano il pescato in arrivo sui pescherecci dando vita ad una coloratissima e frenetica attività che però non può essere fotografata, come nulla nel porto senza autorizzazione previa dell'autorità portuale. Poi potete lanciarvi ad esplorare un'altra icona della Mumbai coloniale, almeno finchè esisterà nella sua forma attuale, il Crawford market, acquistare qualche memorabilia dei tempi del Raj - vere o false che siano... occhio ai prezzi ingiustificabili, chiuso il Venerdì - al Chor Bazaar o fare il pieno di stoffe e sete al Mangaldas Market, tradizionale centro dei mercanti del Gujarat, terra di eccellente produzione tessile.

E siccome tra un mercato e l'altro si sarà fatta ormai l'ora di pranzo, potreste semplicemente attraversare la strada e assaporare la meravigliosa cucina rajasthana o gujarati da Rajdhani, di fronte al Mangaldas Market.

Per digerire, poi, niente di meglio di una passeggiata verso l'Oval Maidan, dove l'ossessione nazionale per il Cricket si manifesta in un elegante, verdissimo e arioso contesto, circondato da grandiosi edifici d'epoca tra i quali l'Alta Corte - imperdibile un salto al suo interno per dare un'occhiata a qualche processo in corso: sono pubblici e offrono uno spaccato indiano straordinario - e l'Università di Mumbai.

Prossima tappa, ormai verso il tramonto, non può che essere Girguam Chowpatty, la spiaggia circondata dagli edifici che formano la skyline della Mumbai più glamour, dove i locali sgranocchiano bhelpuris, i celebri snack locali, passeggiando nella frescura della brezza marina e dove i furbi di tutta la città a caccia di turisti da gabbare a vario titolo vi si presenteranno insistentemente, ovviamente spacciandosi per i migliori amici che potreste mai trovare in India.

La giornata, in quella che è anche la capitale gastronomica indiana, può chiudersi con una cena sontuosa del genere che più vi aggrada, dalla cucina internazionale a quella tradizionale Parsi, con una romantica passeggiata lungomare a Colaba, tra il Gateway of India e l'hotel Taj Mahal, e con un drink in uno dei molti locali della zona, a cominciare dal super classico Leopold's Café; oppure potete spostarvi fino a Bandra. Da Colaba, in taxi ci vuole almeno un'oretta e circa 250-300 Rupie, ma l'antico insediamento portoghese, da tempo diventato uno dei quartieri più cool della città e dove risiedono molte delle superstar bollywoodiane, merita una visita. Potete cenare mangiando, per esempio, l'autentico cibo di strada locale preparato però con tutte le garanzie igieniche del caso da Elco, oppure cenare e ascoltare musica dal vivo al celebre Blue Frog, il tempio della musica indipendente indiana. 

Assicuratevi che il vostro autista vi porti a Bandra passando dal Bandra-Worli Sea Link, a pedaggio: la via più veloce e che offre la migliore vista sullo Skyline della città. C'è anche l'opzione treno fino a Bandra Station, naturalmente: economico, veloce, ma sempre affollatissimo e, come immaginabile, non proprio il massimo della sicurezza, di notte.

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!