Jyaistha 2014 PDF Stampa E-mail
Calendario e festività - I mesi dell'anno lunare

Le festività principali del mese

mese precedente  15 Maggio - 13 Giugno 2014 Mese seguente                     

 

Summer Festival                 23-25 Maggio        Mount Abu, Rajasthan

Musica, arte e folklore tribali, uniti a competizioni di sport tradizionali, si danno appuntamento ogni anno a partire dall'antivigilia di Buddha Jayanti per tre giorni nella località collinare rajasthana dall'ottimo clima, bagnata dal lago Nakki e situata a circa 185 Km da Udaipur, nel Rajasthan sud-occidentale. Meta di pellegrinaggio per hindu e jain, é anche una popolare destinazione per gli Honeymooners indiani di ogni religione. 

 

Vat Savitri             28 Maggio                 Maharashtra

Un albero adornato e omaggiato a Vata SavitriUna festa tutta femminile, celebrata particolarmente nel Maharashtra.  Le donne sposate pregano per la salute dei loro mariti, per la felicità della loro vita familiare e soprattutto per scongiurare la vedovanza. Si digiuna anche per tre giorni e si onora in gruppo l'albero Banyan, Vata, innaffiandolo, ponendo pigmento rosso, kumkum, sulla sua corteccia, legando nastri ai suoi rami e compiendo il Parikrama, girare cioè sette volte intorno all'oggetto di devozione; si tornano a indossare gli abiti e i gioielli da matrimonio.   
Secondo la leggenda Savitri, figlia del re Aswapati, divenne la sposa di Satyavan, sebbene una predizione avesse indicato che il marito sarebbe sopravvissuto solo un anno dopo le nozze. Il fatidico giorno l'uomo andò a raccogliere legna e la ragazza lo seguì; quando Satyavan, come da predizione, cadde morto, davanti alla ragazza si manifestò Yama, dio dei morti giunto a raccogliere l'anima di suo marito. Savitri non si rassegnò a perdere l'amato e dopo aver adorato un albero Banyam si fece forza e riuscì a seguirlo con il dio nell'aldilà. Commosso dall'amore della ragazza per lo sposo, Yama restituì la vita a Satyavan. 

Ganga Dashami        8 Giugno             Uttar Pradesh  

Il Gange, fiume sacro, è venerato in India come madre e come dea. Le celebrazioni durano 10 giorni, durante i quali i devoti a migliaia si recano in pellegrinaggio in luoghi considerati particolarmente sacri, come Gaumukh ove si trovano le sorgenti, presso il ghiacciao Gangotri o Haridwar e Varanasi. Secondo la leggenda, in questo periodo il fiume, femminile in Sanscrito, scese in terra dai cieli con grande furia e il signore Shiva la accolse e contenne tra le trecce ingarbugliate della sua capigliatura. Dalle chiome di Shiva scorre placida divisa in sette corsi. Le abluzioni nel Gange sono considerate particolarmente purificatrici in questo periodo e i fedeli riportano a casa sia il limo sacro sia l'acqua in contenitori sigillati. Verranno utilizzati nei riti di purificazione di luoghi lontani e cerimonie casalinghe.

 

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!