Arunachal Pradesh PDF Stampa E-mail
Gli Stati, le citta' e le mete - NordEst

Il paese dell'alba, delle tribù e delle orchidee (e dell'oppio).

Arunachal Pradesh

L'Arunachal Pradesh  é, tra gli stati indiani del Nordest, il più settentrionale e confina direttamente con la Cina e con la Birmania, l'odierno Myanmar. Per ragioni strategiche o di guerra é stato dunque lungamente chiuso al turismo ed è oggi uno dei luoghi più selvaggi dell' India e forse dell'Asia. Qui non arriva la ferrovia, onnipresente in India, né ci sono voli diretti per questo Stato. Il semi-isolamento ha favorito negli ultimi anni una tanto notevole quanto in teoria illegale produzione di oppio, coltivazione che largamente contribuisce al tuttavia magro sviluppo economico della zona, ma che ovviamente falcidia la popolazione tribale, divenuta in buona parte tossicodipendente.

L'Arunachal Pradesh è composto da un ventaglio di vallate, ognuna delle quali ospita infatti tribù di diversa origine, giunte a vari gradi di sviluppo.

Il confine con la Cina è marcato dalle cime dell'Himalaya, che degradano verso Sud in colline ricoperte da densa giungla, ricchissima di fauna, dove le orchidee crescono spontanee in innumerevoli varietà. Le foreste subiscono però sempre più spesso disboscamenti selvaggi, volti al traffico di legnami pregiati e alla coltivazione, come detto spesso dell'oppio.

Queste terre, menzionate nell'opera epico-religiosa Mahabharata, si suppone coincidano anche con le montagne Prabhu citate nei Kalika Purana e dove avvennero importanti episodi dell'epica indù. Dal XVI° secolo la zona appartenne all' impero Ahom, del vicino Assam e da allora ne seguì le vicende e i rovesci. Sparse tra le colline e le cime si trovano rovine di passate civiltà, che hanno lasciato indifferenti ed immutate le popolazioni tribali.

TawangQuando si parla di tribù, si può pensare che si stia parlando di gruppi che semplicemente mantengono delle usanze peculiari, all'interno di un normale sistema nazionale. Ma in questo Stato, quando si parla di tribù, è più opportuno far riferimento piuttosto a situazioni più simili a quella amazzonica o della Nuova Guinea.

Sono 13 i gruppi etnici presenti nello Stato e 26 le tribù principali, a cui si aggiungono numerosi gruppi minori da queste derivate, ma che a causa dell'isolamento hanno sviluppato caratteristiche differenti nelle tradizioni, nell'abbigliamento e nella lingua. Queste genti si possono dividere anche in tre gruppi, sulla base delle loro affinità socio-culturali.  

Il primo gruppo comprende le tribù che seguono il Buddhismo Mahayana, il secondo quelle che adorano divinità strettamente legate alla natura ed ai suoi cicli, come il sole e la luna, ed il terzo gruppo  riunisce idealmente altre tribù piuttosto misteriose che mostrano segni di una elementare forma di Vishnuismo.

La capitale dello stato é, dal 1972, Itanagar che si trova al centro della zona abitata dai Nishi, uomini riconoscibili dai lunghi capelli raccolti in un nodo sulla fronte e racchiuso in un copricapo a canestrino. Ma nonostante l'alta percentuale di tribali, abitanti provenienti da tutti gli Stati del Paese fanno dell'Arunachal Pradesh un'India in miniatura.

A Tawang, 3.048 m.di altitudine, al confine col Tibet, c'è il più grande monastero buddhista dell'India, fondato nel XVII° secolo, arroccato su di uno strapiombo che termina in un laghetto.

Migliaia di pellegrini giungono sulle rive del Brahmaputra, dove questo si allarga formando Brahma kund e Parasuram kund, laghi sacri ove mondarsi per immersione dalle azioni negative, presenti e passate.

Per visitare lo Stato, è necessario che gli stranieri ottengano un visto speciale

 

Apatani  Nocte  Nishi  Mishmish  monpa

 

Mappa   

 

  Sito ufficiale dello Stato

 

 

Principali gruppi etnici dell'Arunachal Pradesh e loro zone di insediamento

 

 

 

 

 

Distribuzione dei principali gruppi etnici

 

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!