Tripura PDF Stampa E-mail
Gli Stati, le citta' e le mete - NordEst

Tra i più piccoli Stati indiani, questa terra di colline, laghi e foreste è circondata per 3/4 dei suoi confini dal Bangladesh.

 

Abitato per il 30 % da una popolazione tribale - formata da circa 19 gruppi differenti - che in buona parte continua a seguire le ancestrali tradizioni di questa terra collinosa e ricoperta da foreste, il Tripura si presenta oggi come uno Stato a vocazione agricola, con oltre i 3/4 degli abitanti impiegati nelle coltivazioni di gomma, riso, juta, tè, bambù etc. Tuttavia, la città che dal XVIII secolo divenne sua capitale, Agartala, comincia già a manifestare i tipici segni dello sviluppo e della modernizzazione; qualche antico e magnifico palazzo, ricordo del ricco principato di un tempo, è ancora presente tanto ad Agartala, l' Ujjayanta e il  Kunjaban, quanto nelle sue vicinanze, come il bellissimo NeerMahal, costruito al centro del grande lago artificiale Rudrasagar, a circa 50 km dalla capitale. 

Negli ultimi tempi, il governo centrale indiano ha cercato di fomentare anche l' industria; ma il Tripura è fortemente penalizzato dalla tensione che corre tra India e Bangladesh e la conseguente assenza di trattati riguardo al transito civile e mercantile.

Queste carenze impediscono quindi alle merci locali di raggiungere Kolkata attraversando le terre bengalesi - e viceversa - col risultato che i camion che impiegherebbero in linea diretta al massimo due giorni di viaggio, tardano circa due settimane per raggiungere la capitale del West Bengala, ancora e sempre il mercato principale dell'area indiana orientale.

Il piccolo ex principato di Tripura riuscì a mantenere una discreta indipendenza nel corso di tutto lo scorso millennio: sebbene sia comunemente considerato antichissimo, già esistente come tale sin dai nebulosi tempi del Mahabharata e poi citato in uno degli editti dell'imperatore Ashoka,  il principato propriamente detto risale storicamente al XIII secolo, quando la dinastia dominante, di origini indo-mongoliche e che governò poi questa terra fino al 1949 - anno dell'annessione all'India indipendente - cambiò il titolo onorifico dei suoi sovrani da Fa a Manikya e spostò la sua capitale dalla settentrionale Kailashahar alla centrale Udaipur.

Il suo dominio però, ai tempi del massimo splendore e fino al XV secolo, comprendeva in pratica l'intera baia del Bengala, dal Brahmaputra a Burma e l'attuale Myanmar (Ex-Birmania). Nel XVII secolo l' impero Moghul si impose anche in quest'area pur lasciando ai regnanti di quelle lontane lande una certa autonomia e durante la dominazione britannica accadde poi la stessa cosa, sebbene il territorio di Tripura venisse a quell'epoca ridimensionato fino a coincidere con i confini attuali.

La partizione del territorio indiano del 1947 e la conseguente creazione del Bangladesh - in origine Pakistan orientale - provocarono durante decadi una continua migrazione di rifugiati bengalesi verso i confini del Tripura, così come verso gli altri Stati nord-orientali chiamati in gruppo Le 7 Sorelle, finendo per costituire qui la maggioranza degli abitanti.

I gruppi tribali della zona, ognuno con le sue caratteristiche tradizionali, linguistiche e culturali differenti, sono: Tripuri, Jamatia, Noatia, Reang, Halam, Chakmah, Mog, Garo, Munda, Lushai, Oraon, Santhal, Uchai, Khasi, Bhil, Lepcha, Bhutia, Chaimal e Kuki. Tra questi i Tripuri -  a cui appartiene il 60 % della popolazione tribale locale - e i Reang sono storicamente i gruppi prevalenti. Caratteristica dei Tripuri era la costruzione di case in bambù a palafitta, oggi sempre più rare, nei loro tipici insediamenti collinari che riunivano da 5 a 50 famiglie.

Molto varia, viva e valida è la tradizione tribale musicale e di danze, con espressioni particolari caratteristiche di ogni gruppo, come per esempio i balli Garia, Jhum, Maimita, Masak Sumani e Lebang Boomani , tipici della tribù dei Tripuri.

L'artigianato tessile locale è di antichissima origine e produce stoffe particolarmente vivaci con motivi in genere geometrici e diversi a seconda della tribù che li confeziona per il proprio abbigliamento, anch'esso distintivo a seconda dell'appartenenza.

 

Mappa   

 

  Sito ufficiale dello Stato

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!