Sikkim PDF Stampa E-mail
Gli Stati, le citta' e le mete - NordEst

Il dio Kanchenjunga veglia su questa terra dall'alto dei suoi 8,534 m.

 

Questo Stato piccolissimo, che dai 300 m. di altitudine balza agli oltre 8.000 m. in poco più di 7.000 Km quadrati, è culturalmente quanto di più simile al vecchio Tibet sia dato ancora di conoscere.

Le valli meridionali sono caratterizzate da un clima subtropicale che rapidamente muta salendo verso il Nord arrivando a zone ancora abitabili ma dove mai si superano i 10° di temperatura.

Le valli meridionali sono invece un giardino delle meraviglie, nutrito dai fiumi Tista e Rangit, e che si estende ai piedi del Kanchenjunga, la terza montagna più alta del mondo e di altre otto cime spettacolari della catena orientale himalayana.

Innumerevoli specie di uccelli e di farfalle trovano rifugio nelle sue foreste e tra la sua straordinaria flora.

Gli abitanti del Sikkim, generalmente semplici e affettuosi, appartengono principalmente a tre gruppi, i Lepchas, i Buthias e i Nepalì. Nel XV° secolo i Tibetani introdussero la tradizione Lamaista dei Cappelli Rossi, Nyingmapa, che oggi rappresenta la cultura dominante e la religione di Stato. Il culto precedente, chiamato Bon, ha lasciato comunque forti tradizioni che si manifestano nei riti festivi collettivi e in una certa tradizione sciamanica.

Il Sikkim è un Paese pervaso di spiritualità e pace, dove il crimine è praticamente sconosciuto. I suoi 194 monasteri, Gompas, influenzano fortemente lo stile di vita della popolazione.

I mantra cantati dai lama vestiti di rosso, il frusciare delle ruote da preghiera ed il vento che agita gli stendardi votivi sono tra i pochi suoni che interrompono i richiami degli uccelli. Uno dei più famosi monasteri è Pemayangtse che contiene molte opere d'arte buddhista antica, affreschi e  statue lignee.

 La capitale è Gangtok, una città con scarso fascino a 1500 m. e che a causa del suo clima, d'estate diventa un po' affollata; ma basta uscire dal centro per inoltrarsi in meravigliose passeggiate.

Per vedere le cime himalayane bisogna però essere fortunati: solo la mattina presto, a volte, le nebbie che si alzano dalle valli umide non ricoprono le montagne, che potrete allora ammirare scolpite grandiosamente nel cielo turchese. Oppure, noncuranti del clima  potreste recarvi a Rabong, al Tathagata Tsal, una sorta di Buddha Park inaugurato il 25 Febbraio 2013 e in seguito consacrato ufficialmente con solenni cerimonie dal Dalai Lama. Nove ettari attorno a una statua del Buddha alta 40 metri, installata nel 2006 nella località a oltre 2mila metri di altitudine in occasione del 2550° anniversario della nascita del profeta: sale di preghiera, biblioteche e centri di meditazione a disposizione dei seguaci del Dhamma.

 

 

Mappa  

 

  Sito ufficiale dello Stato 

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!