Zozzi chi, noi? PDF Stampa E-mail
Gli Stati, le citta' e le mete - Le grandi metropoli
Lunedì 05 Novembre 2012 14:01

Nella Danimarca del diciottesimo secolo, mentre nascevano i diritti della servitù, le strade di Copenhagen continuavano a puzzare. In Francia i benestanti si sono opposti alle fognature fino al 1910. E in India? Timidi tentativi di raccolta differenziata, albergatori disfattisti e multe per chi inquina.

 

di Annie Zaidi

Recentemente ho visto questo film, A Royal Affair, ambientato nella Danimarca del diciottesimo secolo e basato su fatti realmente accaduti durante il regno di Cristiano VII.

In tutta Europa la gente stava cambiando idea sulla religione, sulla scienza, sui diritti civili. Si iniziava a parlare di diritti della servitù e dei contadini, ad esempio quello di non essere torturati. Si parlava di vaccinazioni. Eppure le strade di Copenhagen, a quanto pare, continuavano a puzzare.

L'entourage del re – formato prevalentemente da esponenti della nobiltà latifondista – non voleva nemmeno spendere per le vaccinazioni dei neonati. Ci volle molto per introdurre la raccolta differenziata.

La Danimarca non era l'unica nazione a pensare che la sanità pubblica fosse un lusso del quale poter fare a meno. Fino alla fine del 1910, in Francia, ci furono resistenze contro la realizzazione del sistema fognario. I proprietari degli immobili, almeno così ho letto, preferivano riempire le strade di liquami piuttosto che pagare per delle nuove tubature fognarie.

Continua su China Files

 

• British India: Le relazioni interculturali tra inglesi e indiani nel XVIII° secolo passarono anche attraverso la scoperta britannica dell'igiene personale.

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!