Chi ha incastrato la Tigre Ustad? PDF Stampa E-mail
Il Territorio - Flora e fauna
Domenica 31 Maggio 2015 09:56

Ustad, tigre killer o vittima del business del turismo in India?

di Fulvio Cerutti

Tigre Ustad, Rajasthan«Liberate la tigre Ustad». È sempre più insistente il grido degli animalisti perché una tigre venga liberata dallo zoo-safari in cui è stata rinchiusa e restituita alla riserva di Ranthambore. Secondo le associazioni di difesa dei diritti degli animali, il felino di 9 anni noto agli addetti ai lavori come “T24”, è stato condannato ingiustamente dalle autorità della riserva che sostengono di avere solide prove dell’aggressione. Non credono che la tigre sia diventata una mangiatrice di uomini, un termine che si attribuisce agli animali che cacciano gli esseri umani come prede per sfamarsi.

Lo scorso 8 maggio, Ustad (Maestro, in Urdu) è stato ritenuto responsabile di aver sbranato una guardia forestale, Rampal Saini, che sorvegliava uno degli ingressi di Ranthambore, la riserva del Rajasthan che ospita oltre 60 tigri e che è una delle più visitate. Ma lo si sospetta anche di altre tre uccisioni tra il 2010 e il 2012. A causa di questi incidenti e anche del suo comportamento ostile nei confronti degli esseri umani, le autorità del parco hanno deciso di allontanarlo dal suo habitat e di rinchiuderlo al Sajjangarh Biological Park, nei pressi di Udaipur, a circa 400 km. «È già tanto che non sia stato soppresso - ha detto un funzionario della riserva - come di solito avviene quando i felini cominciano ad attaccare i residenti dei villaggi».

Continua su: LaStampa

Ecoturismo: mito o realtà?

 

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!