Kalas e Vidyas: le arti e le scienze. PDF Stampa E-mail
Le religioni e i riti - Le idee

La storia delle arti e delle scienze in India risale agli albori dell'umanità, con infinite ramificazioni che abbracciarono tutti i campi del vivere e del sapere. Particolarmente celebri e indicative le 64 Kalas menzionate nel Kamasutra

 

Kala, l'arte, e Vidya, la scienza, si differenziano tra loro per la possibilità della prima di essere praticata anche da persone incolte, addirittura analfabete, mentre per comprendere e sviluppare qualunque Vidya è necessario uno studio teorico previo: fondere e creare un'immagine sacra in lega metallica può riuscire per semplice apprendimento pratico o orale tramandato da un altro artigiano, ma comprendere ed innovare i segreti della metallurgia implica invece l'assimilazione di vari concetti teorici. Si possono trovare così i concetti di Vidya e di Kala tanto nelle Upanishad quanto nei manuali relativi ad agricoltura o architettura, e in tutti quei testi indicati come Shastra, cioè conoscenza in senso generale.  Nella cultura indiana, la pratica e l'eccellenza in questi campi furono costantemente considerate come nobilissime, al contrario di quanto avvenuto in altre civiltà e, generalmente, questi furono codificati in 32 Vidya e 64 Kalas.

Ma a seconda del ramo specifico queste variano: le 64 Kalas, Chatuh Shashti Kala, tramandate da Vatsyayana nel celebre Kamasutra differiscono grandemente da quelle del Bhrigu Samhita, per esempio, un testo di architettura che fa capo al Vastu Shilpa Shastra, mentre il primo fa capo al corpus degli antichi Kama Shastra. Anche Bhrigu presenta tuttavia 32 Vidyas con le corrispondenti 64 Kalas, affermando che l'insieme di questi due rami copra l'intera scienza di disegnare, progettare e costruire edifici, scienza che integrava anche Ayurveda e Astrologia, trovando le proprie origini nello Sthapatya Veda, che a sua volta è parte dell'Atharva Veda. L'interesse indiano in ogni aspetto della vita e le minuziose classificazioni ad essi destinate sono sempre dovute alla necessità di perfetta realizzazione dei tre fini terreni - Dharma, Artha e Kama - per il conseguimento del fine ultimo: Moksha, la Liberazione.

Le 64 Bahya Kalas - Arti pratiche, esterne - oltre alle 64 Abhyantara Kalas - Arti segrete o interne, cioè quelle erotiche - elencate da Vatsyayana nel Kamasutra, sono di particolare interesse perchè, una volta dominate, potevano proporzionare all'epoca per esempio il titolo di Ganika, cortigiana, e con esso anche un posto privilegiato nelle assemblee cittadine alle altrimenti semplici prostitute, ricordando in un certo senso anche l'istituzione delle Geishe giapponesi. Ma l'apprendimento di queste 64 Kalas era nello stesso testo caldamente consigliato anche a fidanzate e mogli, poichè il loro dominio avrebbe potuto proporzionare matrimoni solidi o indipendenza alla donna in caso di vedovanza o abbandono, nonchè ai gentiluomini di mondo, che solo dominandole avrebbero potuto fregiarsi pienamente di tale titolo. Eccone l'elenco:

Canto, musica strumentale, danza, pittura, rangolis da tempio e da casa, disposizione dei fiori, decorazione della fronte, abbellimento personale e con le vesti, mosaico, allestimento dell'alcova, suoni e giochi acquatici, nuoto, mantra segreti, intreccio di ghirlande, fabbricazione di diademi e coroncine, trucco della persona, decorazione delle vesti, preparazione di essenze, fabbricazione di monili, arti magiche, preparazione di pozioni d'amore, abilità manuali, abilità culinarie, preparazione di bevande, taglio e cucito, ricamo, tessitura, indovinelli, improvvisazioni poetiche, scioglilingua e recitazione, abilità narrative, conoscenza della letteratura, abilità nelle rime, intreccio di giunchi, abilità erotiche e conoscenza dell'arte del sesso, piccola falegnameria, edilizia semplice, conoscenza delle gemme e dei metalli, lavorazione dei metalli, giardinaggio e orticoltura, allestimento di lotte tra galli etc., addestramento di uccelli parlanti, acconciatura, linguaggio delle mani, comprensione di linguaggi in codice, conoscenza di lingue straniere, di dialetti, allestimento di carri rituali, incantesimi e divinazione, costruzione di semplici congegni meccanici, mnemotecnica, conoscenza del significato dei vocaboli, metrica, retorica, abilità di travestimento, imitazione, giochi da tavolo, dadi, confezione di bambole e costruzione di giochi per bambini, buone maniere ed etichetta, allevamento di animali da compagnia, conoscenza del dharma, agilità fisica.

 

 

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!